• Home
  • Blog
  • Perché l’allestimento di uno stand di successo non si può improvvisare

Perché l’allestimento di uno stand di successo non si può improvvisare

Scopri tutti i vantaggi di un allestimento stand su misura ed evita di trasformare la partecipazione alla prossima fiera in uno spreco di risorse.

L’allestimento di uno stand presso le fiere di settore rappresenta una grande opportunità per le aziende che, programmando la propria presenza a eventi strategici, possono raggiungere cruciali traguardi di business. Diventare espositori alle mostre mercato giuste, infatti, è la strada maestra per far conoscere il brand e i propri prodotti a una platea potenzialmente interessata. Si può infatti entrare in contatto con la clientela in un contesto ravvicinato, per coinvolgerla in un’esperienza “immersiva”, in grado di influenzarla e spingerla all’acquisto.

Per avere il giusto appeal sui visitatori, però, l’allestimento dello stand va progettato con un obiettivo ben preciso: veicolare i valori aziendali migliorando la customer experience, per soddisfare al meglio i clienti. Che, guarda caso, è il fine ultimo del marketing. Perché l’allestimento di uno stand non è solo una questione estetica né, tanto meno, coincide con la sua costruzione. Ecco il motivo per cui non bastano i semplici costruttori di stand per realizzare una vetrina di successo ma è meglio rivolgersi a chi, oltre al design, padroneggia anche le strategie comunicative e di vendita.

Dalle specifiche tecniche all’atmosfera: ecco tutti gli aspetti da pianificare per l’allestimento di uno stand davvero efficace e remunerativo.

Una delle caratteristiche da valutare prima dell’allestimento di uno stand sono le sue dimensioni ottimali, da decidere considerando l’estensione media delle strutture presenti in fiera, il numero di prodotti da esibire, i costi di gestione e l’effetto desiderato. Infatti, se è innegabile che una postazione ridotta, adeguatamente progettata, fa sempre la sua figura, è altrettanto vero che bisogna evitare di  essere da meno dei concorrenti o di deludere le aspettative del target, in particolare in caso di brand di un certo livello.

l'allestimento stand fieristicoSe anche tu hai bisogno di mantenere un’aura di esclusività, potresti puntare sull’allestimento di uno stand a multipiano, capace di farsi notare anche da lontano, e su una configurazione chiusa, perfetta per dare l’idea di un ambiente elitario. Optare per uno spazio senza frontiere, al contrario, ti consentirà di mostrarti aperto verso la generalità dei partecipanti, che si sentiranno accolti e spinti ad approfondire la tua offerta.

In ogni caso, il layout dovrà comprendere spazi pubblici, privati e semi pubblici come le sale riunioni e costituire un percorso non solo emozionale ma, soprattutto, funzionale. Per comprendere quanto conti la fruibilità nell’allestimento di uno stand, pensa solo che i visitatori delle fiere impiegano mediamente poco più di 5 minuti per completare il loro giro e passare dallo stadio dell’Awareness, a quello dell’eventuale Action. Tempo che, comunque, potrai cercare di dilatare, anche con accoglienti aree di ristoro o attrattivi showroom virtuali.

Oltre che sulla propensione alla permanenza, poi, dovrai lavorare sulle percezioni del tuo target. Per convincerlo della tua credibilità, non trascurare il valore di materiali e finiture: la cura dei dettagli e l’assenza di errori nell’allestimento dello stand è fondamentale, perché la solidità e l’impeccabilità della struttura, nella mente dei tuoi clienti, riflette quella del marchio.

Ma anche gli arredi su misura e un’illuminazione specifica, fatta di luci d’ambiente e faretti d’accento, ti aiuteranno a invogliare all’acquisto, perché ti permetteranno di esibire al meglio e mettere sotto ai riflettori i tuoi prodotti che, eventualmente, potrai raccontare con l’ausilio di schermi digitali e realtà aumentata. E che, naturalmente, dovrai disporre secondo collaudate tecniche di visual merchandising e promuovere attraverso un advertising coerente e misurato, da iniziare ben prima dell’allestimento dello stand e continuare dopo, per trasformare la narrazione dell’evento in un valore aggiunto per l’impresa.

Budget limitato? La soluzione è un allestimento stand ben progettato.

L’allestimento di uno stand è spesso un investimento obbligato, anche perché non essere presenti alle fiere di settore può significare spianare la strada ai concorrenti. Il problema, però, è che spesso, ci si trova a dover far fronte a risorse finanziarie limitate che, comunque, non vanno considerate un ostacolo insormontabile. Chi l’ha detto, infatti, che il successo di una mostra è direttamente proporzionale alla spesa per parteciparvi? Nell’allestimento di uno stand spesso vale la regola less is more, anche perché esagerare col dimensionamento e il numero di prodotti esposti può creare sovraffollamento e un rischio cannibalizzazione.

Inoltre, esistono diversi trucchi per risparmiare, come scegliere rivestimenti in tessuto, pavimentare con semplice moquette e sostituire vetri ed essenze con più economici plexiglass e laminati di ultima generazione, capaci di  imitare perfettamente l’effetto dei materiali più pregiati.

Ovviamente, per evitare l’impressione di un allestimento stand dozzinale bisognerà puntare su una perfetta pianificazione, capace di aumentarne il valore percepito, e su allestitori competenti. Ed è questo che offriamo a Progettazioneinterni: disponiamo infatti di una rete di fornitori e costruttori di fiducia, grazie ai quali possiamo praticare prezzi competitivi e siamo in grado di garantirti un design su misura, studiato ad hoc per il tuo marchio e il tuo business. Contattaci, per valutarli in anteprima grazie ai nostri render iperrealistici!

Leggi di più...