• Home
  • Blog
  • 4P del marketing: il ruolo chiave del punto vendita

4P del marketing: il ruolo chiave del punto vendita

Soddisfare i bisogni del tuo cliente tipo,  con competenza e facendogli vivere esperienze significative: è questo lo scopo delle 4p del marketing e il motivo per cui il place, oggi, riveste un ruolo ancora più importante che in passato.

Product

La prima delle 4p del marketing è ovviamente il prodotto, che dovrai progettare con cura in tutti i suoi aspetti: a farlo desiderare, infatti, dovranno contribuire un design accattivante, un nome evocativo, un packaging comunicativo e un servizio in grado di migliorare la customer experience. Perché, come sottolineano gli esperti, i consumatori oggi spendono più per esperienze che per prodotti esclusivi.

Promotion

Dopo averlo ideato, il prodotto va fatto conoscere e, qui, entra in campo la seconda delle 4p del marketing: la pubblicità. Per trasportare il cliente attraverso i classici stadi di awareness, interest, desire e action, avrai bisogno di una strategia di promozione coerente ed efficace, che sfrutti i canali prediletti dal tuo target e insista sull’unique selling proposition:  che cos’è che ti distingue dai concorrenti?

Price

Alle 4p e al marketing mix appartiene naturalmente anche il prezzo, che otterrai sommando i costi delle materie prime e dell’innovazione al margine di profitto desiderato e che potrai manovrare  per attuare politiche di sconti o ribassi. Ma il suo valore ti servirà anche a determinare, e sfruttare, il tuo posizionamento di mercato: avrai infatti la possibilità di alzarlo in funzione della reputazione del tuo brand.

Place

Ed eccoci arrivati all’ultima, ma non certo per importanza, delle 4p del marketing: il place riveste un ruolo cruciale nelle strategie di vendita e non a caso le aziende, nonostante la diffusione dell’e-commerce, nella maggior parte dei casi scelgono ancora di affidarsi a luoghi di distribuzione fisici. Ma perché il negozio è tuttora così performante?

Il ruolo chiave del punto venditaInnanzitutto, perché dopo aver attraversato l’era dell’informazione, ci troviamo in quella del cliente. E, per soddisfarlo, dovrai necessariamente puntare sulla quarta delle 4p del marketing, plasmando l’esperienza anche tramite l’allestimento del punto vendita. È qui , infatti, che la customer experience giunge a compimento, declinandosi sia a livello sensoriale ed emozionale che dal punto di vista cognitivo e fisico: pensa alla possibilità di toccare il prodotto o di chiedere informazioni a personale qualificato.

Inoltre, il place ti aiuterà a portare a compiutezza le 4p del marketing anche nel caso delle politiche di branding. Sa infatti colmare le lacune della promotion tradizionale, troppo “lontana” e monodirezionale per coinvolgere il cliente in un rapporto privilegiato con la marca. Non a caso, molti produttori stanno potenziando i classici corner e shop in shop con flagship store, non tanto per incrementare il volume delle vendite, quanto per dare una rappresentazione fedele e fidelizzante dell’identità aziendale. Perché, come ricorda Codeluppi, un universo immaginario acquista più credibilità se veicolato da uno spazio in cui tutto, dalle luci ai colori, rinforza l’essenza del brand.

Ma lo scopo finale delle 4p del marketing è ovviamente vendere e il place serve anche e soprattutto a questo. Per rendertene conto, ti basterà dare un’occhiata agli studi più recenti: i dati dimostrano che l’ambiente influenza la percezione del cliente tanto quanto la qualità del prodotto e che uno store design studiato ad hoc sui bisogni del target ne aumenta il  piacere, insieme alla propensione all’acquisto. D’altronde, non è difficile capirne il motivo: se una vetrina coi colori giusti attrae e spinge a varcare la porta del negozio, il tipo di l’arredamento può accrescere il desiderio di permanenza, spingendo i clienti a restare più a lungo all’interno della struttura e a considerare più opzioni.

Infine, l’ultima delle 4p del marketing può potenziare le altre, diventando a esempio la cornice giusta per una promotion proposta attraverso schermi hi-tech. Evita, comunque, di esagerare: i poster e i cartelloni pubblicitari, infatti, se in eccesso causano un overload informativo che può stranire il target fino a renderlo indifferente.

Insomma, come avrai capito, il punto vendita non è stato spazzato via dalla tecnologia ma, anzi, deve trarne vantaggio.

E, allo stesso modo, deve integrare ogni strategia basata sulle 4p del marketing o, meglio, sulle 7 P. Quando si tratta di servizi, infatti, i classici product, promotion, price e place non bastano più e vanno affiancati a people, process e phisycal facilities, che potrai facilmente rintracciare in un personale di vendita gentile e qualificato,  capace di spiegare a 360° i processi di produzione e di accogliere la clientela in aree confortevoli.

Certo, perché il place diventi fulcro delle 4p del marketing e teatro della strategia di branding dovrai superare il cosiddetto Experience Design Paradox, che fa sì che i locali commerciali, oggi, si arredino soprattutto seguendo il gusto dei progettisti. Per evitarlo, contattaci: il nostro team, oltre che di design, è esperto di marketing e ti garantirà un punto vendita piacevole e accattivante ma, soprattutto, capace di vendere.

Leggi di più...