• Home
  • Blog
  • Allestimenti fieristici: un buon coordinamento per una efficace presenza in fiera.

Allestimenti fieristici: un buon coordinamento per una efficace presenza in fiera.

Il vademecum per allestimenti fieristici funzionali a rafforzare l’identità aziendale.

Oggi giorno è sempre più frequente l’organizzazione di fiere campionarie di settore, in cui le aziende hanno la possibilità di farsi conoscere dal pubblico e mettere in mostra i suoi propri prodotti per mezzo dell’allestimento di uno stand comunicativo ed attraente.

Partecipare ad un evento fieristico però non significa solo essere presenti con un buon allestimento d’interni correttamente focalizzato sul targhet e sul prodotto.

Un ruolo decisivo lo svolge l’attività di coordinamento (project management) ovvero la programmazione ed attuazione, sotto un’attenta regia, di tutte le attività necessarie a far in modo che azienda e fornitori esterni siano orientati a trasformare la partecipazione in fiera e gli eventi correlati in un evento di successo.

E’ pertanto fondamentale definire, nel contesto della società che intende partecipare ad una fiera, un ‘regista’ che svolga la strategica funzione di coordinamento tra figure aziendali interne coinvolte ed i molteplici fornitori esterni di beni e servizi.

Non si tratta solo di un compito amministrativo, a partire dalla apparentemente semplice raccolta dei preventivi, ma di un coordinamento complessivo che richiede esperienza e conoscenza consolidate delle varie fasi organizzative, capacità di redigere una lista precisa di necessità e valutarne con concretezza la fattibilità delle soluzioni più idonee nel rispetto dei tempi del budget previsti.

Grandi e medie imprese dotate di un ufficio dedicato, forti di esperienze nello sviluppo di progetti marketing evoluti (sviluppo di allestimenti di showroom dedicate al brand, progettazione di stand, allestimenti fieristici, studio di progetti di grafica e comunicazione coordinata) dispongono all’interno del loro organico di profili con esperienza e professionalità ed interdisciplinarità tali da poter svolgere questa funzione.

Ma nel caso l’azienda non disponga di tali figure ma voglia ottimizzare le risorse e ottenere il massimo risultato? Si potrà affidare a dei consulenti esterni, specialisti con una profonda conoscenza dei processi e delle logiche che governano le manifestazioni fieristiche. Figure professionali capaci di farsi interpreti pro-attivi della desiderata committenza. Professionisti abituati a lavorare in team-work interfacciandosi con il management aziendale, capaci di svolgere tutte le attività necessarie allo sviluppo del progetto dalla definizione della strategia alla stesura di budget preliminare che permetta di definire a monte i costi.

Lo stesso vale per la gestione del personale e della logistica, elementi di fondamentale importanza per il rispetto delle tempistiche e il rapporto con il target di riferimento. Non da ultimo la capacità di stilare un piano di investimenti per la promozione dell’iniziativa richiede flessibilità, conoscenza del mercato e dei mezzi di comunicazione e creatività, allo scopo di creare una strategia realista, adeguata alle esigenze.

Per questo motivo un’adeguata strategia di marketing, la forza comunicativa di una allestimento d’interni pluri-sensoriale, il visual display strutturato, un uso sapiente dell’illuminotecnica sono si importanti ma le competenze tecnico-progettuali, la capacità organizzativa e logistica sono elementi di importanza vitale, che non vanno mai sottovalutati, bensì affidati a persone (interne o esterne all’azienda) esperti e competenti.

colorificio-san-marco-made-expo-2010-allestimento-interni-architettura-progettazione-stand-allestimento-stand-05-1024x533

Leggi di più...