Progettazione materioteca prodotti di finitura

materioteca prodotti di finitura

Cos’è una materioteca per materiali di finitura ?

Cosa intendiamo oggi per materioteca materiali di finitura? In generale possiamo definire una materioteca materiali di finitura “quell’area specialistica destinata a raccogliere, catalogare ed esporre in modo ottimale (in termini funzionali, estetici e commerciali) una selezione di prodotti per la realizzazione di interventi di finitura di manufatti architettonici.

In una materioteca ben assortita sono presenti molte tipologie di prodotti e materiali, singoli, composti o articolati in sistemi anche complessi: metalli. Carta da parati. Vetro. Resine e micro-cemento. Pitture decorative. Tessuti. Piastrelle in gres porcellanato. Ceramiche mono-cottura e bi-cottura,. Legno, laminati e LVT.

Prodotti con specifiche caratteristiche estetiche, tecniche e funzionali, che possono essere combinati in base alle specifiche richieste del cliente e del tipo di progetto.

La materioteca, comunemente detta anche area tecnica o sala campioni raccoglie ed espone le ultime tendenze e le mode del momento, ponendosi come un sistema aperto dove presentare e valorizzare al meglio prodotti e marchi. Più specificatamente tanto più piccola sarà la materioteca tanto più accurata dovrà essere la selezione dei prodotti esposti e il sistema espositivo.

Uscendo dal tecnicismo di area tecnica, sconfinando valenza comunicativa ed evocativa della materioteca possiamo attribuire a questo luogo la capacità di rendere la progettazione ancor più affascinante! dove l’insieme dei materiali è interamente visibile e organizzato per facilitare il processo di selezione delle finiture e degli arredi.

Perché realizzare una materioteca prodotti di finitura per l’edilizia?

Allestire una materioteca materiali di finitura di design, aggiornata e ben organizzata rappresenta oggi per showroom e imprese edili un investimento sicuramente remunerativo. Un’opportunità di business unica da cogliere con urgenza nel contesto delle politiche di sviluppo economico in essere (superbonus 110).

Di fatto l’area tecnica rappresenta uno strumento di vendita specialistica e promozione commerciale, che a fronte di investimenti ponderati, può generare importante incrementi delle vendite. Ampliare il proprio business realizzando una materioteca su misura, anche di piccolo formato, permetterà di conseguire importanti obiettivi nel lungo periodo. Vediamone alcuni:

  • Disporre di un proprio spazio espositivo dove illustrare ai clienti i prodotti che verranno utilizzati nella ristrutturazione, facilitando il percorso di scelta e quindi il processo di vendita, senza ricorrere a showroom esterni
  • Poter gestire in modo diretto le trattative commerciali, l’acquisto e la vendita dei prodotti di finitura, avendo quindi maggiore controllo dei tempi di fornitura e della qualità dei materiali
  • Migliorare le performance economiche e la qualità della consulenza
  • Dare ai professionisti e ai progettisti la possibilità di conoscere a fondo le performance, le applicazioni e le proprietà dei materiali, favorendo la progettazione di prodotti che siano al passo con i tempi.
  • Promuovere la creazione di contatti tra i produttori di materiali e i potenziali utilizzatori.

In sintesi realizzare una materioteca di materiali di finitura si traduce nella opportunità di trasformare una impresa edile in un fornitore unico capace di dare un servizio integrato coerente con le richieste di mercato. Un referente unico, specializzato, con cui realizzare e allestire casa, evitando al cliente il disagio di dover girare tra showroom e negozi gestendo molteplici interlocutori.

tavolo di lavoro nella materioteca

Progettazione di finitura: organizzare lo spazio e gestire le campionature

La materioteca costituisce per il cliente una importante opportunità di approfondimento semplice e diretto di un materiale o sistema costruttivo.
Attraverso l’analisi dettagliata di un campione è possibile focalizzare l’attenzione su dettagli di un materiale e/o di uno specifico prodotto.

Veder dal vivo, toccare, confrontare colori, trame e consistenze, consente di interagire con i materiali e fare un’esperienza fisica di livello superiore. Organizzato come un laboratorio creativo, la materioteca permette alla creatività di clienti e progettisti di fiorire e concretizzarsi in idee audaci e alla moda.

Uno studio costante di trend di mercato dei materiali consente di offrire una vasta di gamma di soluzioni. Un servizio completo e personalizzato. Un’offerta a prezzi differenti per ogni target. Di fatto un’attività molto utile sia per gli operatori del settore che per i clienti finali. Un servizio che contribuisce a trasmettere una conoscenza concreta dei materiali, per realizzare progetti in linea con ogni stile di vita del cliente.

Dunque la materioteca non si configura solo come un laboratorio di idee e materiali. Di fatto costituisce anche un laboratorio di saperi e strategie mirate, saperi e competenze partecipano alla creazione di soluzioni su misura.

La materioteca: strumento commerciale per piccoli e grandi showroom

Perché inserire una materioteca in uno showroom quando ho già tutti i materiali esposti? La risposta è abbastanza semplice. Nello materioteca specialisti e clienti, possono confrontare tra loro in modo semplice e diretto i campioni. Le pezzature prêt-à-porter consentono rapidi accostamenti di colori, trame ed una valutazione immediata delle caratteristiche tecniche e prestazionali.

Realizzare una materioteca all’interno di uno showroom, significa offrire ai clienti un’esperienza di visita completa ed immersiva. Ma anche uno strumento per allargare il proprio network commerciale, dando vita a fruttuose collaborazioni con partner del settore. Di fatto la varietà di campioni esposti fanno della materioteca un polo luogo di grande interesse per il settore dell’edilizia e dell’interior design.

Luoghi dove produttori e progettisti si possono incontrare e scambiare le proprie idee, per realizzare progetti di arredo innovativi e alla moda. Nei suoi spazi infatti, si tengono anche incontri di formazione, aggiornamenti o semplici consulenze per scoprire nuovi materiali e approfondire tematiche legate all’edilizia e all’arredamento.

Per certi aspetti potremmo andare oltre la componente tecnico funzionale e Non una semplice raccolta di campioni ma un vero e proprio laboratorio creativo. Una selezione attenta di prodotti e materiali scelti secondo i trend di mercato, distinti per fasce di prezzo, colori e formati.
Un luogo che propone in dimensioni contenute di esporre e narrare i materiali. Uno strumento di marketing che sfrutta la suggestiva forza dell’immagine per valorizzare e rendere più appetibili per il proprio target.

Allestire la materio-teca. La scelta degli arredi espositivi

Per allestire una materioteca efficiente è necessario sviluppare un progetto che soddisfi 3 principali obiettivi:

  • Rendere agevole la comprensione del prodotto in termini fisici
  • Comunicare in modo chiaro le sue peculiarità distintive
  • Realizzare un allestimento in linea con il posizionamento commerciale in cui si intende competere

Perciò è fondamentale adottare un sistema espositivo che valorizzi appieno i materiai esposti, studiando soluzioni ad hoc di design ma funzionali. In sintesi offrire al cliente una visione completa delle soluzioni di finitura per semplificare la ricerca e fluidificare il processo di selezione. Vediamo alcuni consigli per allestire una sala materioteca semplice e funzionale.

Innanzitutto consigliamo l’utilizzo di sistemi espositivi perimetrali robusti, flessibile e adattabili nel tempo. Allestito con ripiani regolabili per dare piena visibilità a prodotti e sistemi di formati variabili.
Si consiglia l’utilizzo di tavoli di appoggio dove esporre i materiali, toccarli, vederli e farne esperienza. Per aumentare l’offerta e valorizzare il processo di esplorazione dei frequentatori della materioteca, si consiglia l’utilizzo di espositori a terra con buona contenitività, facile uso e rapido riordino.

Nell’allestimento della materioteca si tenga sempre l’attenzione rivolta allo sviluppo di un allestimento che ottimizzi il tempo di ricerca. In un’epoca dove la velocità è uno dei requisiti chiave dell’esistenza, lo studio di una disposizione funzionale degli elementi dell’allestimento della materioteca è un dettaglio che fa la differenza.

Perché passare del tempo all’interno della materioteca risulti essere un’esperienza sempre piacevole oltre che emozionale, bisogna organizzare i campioni seguendo un criterio di texture, forma e dimensione, così da ottenere un risultato pulito e ordinato, dove anche le decisioni più complesse risultano essere più semplici e in armonia con l’atmosfera.

La materioteca all'interno di uno showroom

Illuminare la meterioteca. Luce tecnica e luce decorativa

Quando si varca la soglia di uno showroom ciò che colpisce all’istante l’occhio e coinvolge il cliente è sicuramente l’illuminazione. La luce modifica la nostra percezione degli spazi e l’atmosfera che distingue il mood dello spazio espositivo.

La luce è l’indicatore per eccellenza del carattere di un luogo. La misura del suo livello di accoglienza. Ecco perché realizzare una materioteca di valore, significa investire in un progetto di illuminazione specialistico. Una luce che, unita al design, renda la sala campioni un luogo attraente, coinvolgente e stimolante a livello visivo e sensoriale.

Calibrare l’illuminazione nella materioteca, così come nell’allestimento di musei, mostre d’arte, showroom e negozi, consente la definizione di percorsi visivi basati su punti focali. Strumenti che rendono ancor più accattivante ed interessante il viaggio alla scoperta delle caratteristiche dei materiali.

Quindi quale luce scegliere per illuminare la materioteca?

A questa domanda non esiste una risposta univoca. Tutto dipende dall’effetto e dalle sensazioni che vogliamo creare e trasmettere. Per tale motivo, il primo passo è prendere in considerazione le regole della percezione dei colori in funzione delle opportunità offerte dalle ultime tipologie di sorgenti luminose.

Le personalità più classiche e tradizionaliste apprezzeranno una tonalità di luce più calda e rilassante, mentre le menti più razionali si sentiranno maggiormente a loro agio con tonalità bianche o fredde. Un carattere più rivoluzionario sarà invece stimolato da una luce neutra.

Il tipo di illuminazione calda, fredda o neutra, influenza l’approccio, le emozioni e le decisioni dei clienti durante la fase d’acquisto. In generale possiamo affermare che una temperatura di colore calda inviterà il cliente a rilassarsi, promuovendo un’atteggiamento più confidenziale. Per contro invece una luce fredda indurrà una maggiore concentrazione, incentivando una visione più analitica e funzionale del prodotto.

Sicuramente utilizzare nella materioteca un’illuminazione con proiettori a Led permette di creare suggestivi giochi di luce, per esaltare le caratteristiche dei materiali e dello spazio architettonico.

Tra le cose da tenere a mente un gioco di contrasti e un sapiente lavoro impostato sulla psicologia dei colori. Le suggestioni derivanti dall’intensità della luce permettono di realizzare ambientazioni sempre accoglienti capaci di coinvolgere mente e corpo in esperienze multi-sensorali.

Il ruolo del consulente tecnico nell’area tecnica

La meterioteca che funziona e lavora bene, è quella guidata da un responsabile di sala professionale preparato, aggiornato ed attento alle esigenze del cliente. Uno specialista con competenze sui materiali, capacità progettuale ed attitudine a relazionarsi con professionisti e fornitori.

Un persona capace di consolidare il rapporto di fidelizzazione tra l’azienda e il cliente. Chiunque debba scegliere dei materiali per la propria casa o per il proprio ufficio, si sentirebbe un po’ abbandonato a sé stesso senza un adeguato supporto da parte di un consulente o un professionista del settore.

Sfogliare cataloghi, brochure e consultare le offerte presenti sul sito aziendale, sono tutte azioni valide nel processo di scelta e acquisto dei materiali e dei prodotti per la propria casa. Ma tutto ciò assume un valore decisamente più alto se viene supportato dalla passione di un esperto di progettazione e di interior design. Un consulente aggiornato capace di consigliare soluzioni stilistiche e tecnico funzionali in linea ai bisogni dell’acquirente.

Infine, a supporto del gestore della materioteca, dovranno essere organizzate delle accurate schede tecniche per la consultazione delle caratteristiche e delle prestazioni dei materiali. Queste contribuiranno ad un coinvolgimento del cliente nel viaggio materico e sensoriale che lo condurrà alla fabbricazione dei propri sogni.

Materioteca il luogo dove concretizzare le idee del cliente

Una materioteca efficace deve essere sempre al passo coi tempi. Ovvero raccogliere, organizzare e raccontare in modo evocativo i prodotti che incontrano gusti e tendenze del momento”. Questo semplifica e agevola le scelte del cliente ispirato da prodotti composti soluzioni stilistiche sartoriali confezionate su misura sul suo lifestyle.

Punto di partenza per la costruzione di una mood board, tradizionale o moderna, è la possibilità di confrontare prodotti e texture in modo diretto. Ad ogni allestimento ad ogni casa il suo stile. Il classico che predilige linee semplici ed eleganti. L’eccentrico che mescola con raffinatezza elementi contemporanei con oggetti dal fascino antico. O il moderno per dare sfogo alla propria creatività, scegliendo un look contemporaneo e minimalista.

C’è chi ama lo stile minimalista caratterizzato dall’assenza di decorazioni, colori neutri e materiali naturali che si accostano a geometrie semplificate. Ci sono gli appassionati dell’urban style, che si affidano a colori caldi e a complementi d’arredo di epoche differenti che ricreano lo scenario urbano, come mattoni e tubi a vista.

Quale strumento può esprimere in modo diretto ed efficace queste composizioni meglio di una moodboard ?

sala mostra campioni e materiali

Materioteca e moodboard efficaci

Visitare una materioteca, significare entrare in un vero e proprio “laboratorio compositivo”. Di fatto l’esperienza e la competenza dei consulenti di vendita sono sicuramente due dei fattori chiave del successo della sala. Supportare il cliente proponendo abbinamenti e proposte personalizzate significa costruire moodboard, innovative ed accattivanti capaci di cogliere il gusto del cliente. In altre parole cogliere il suo modo di vivere lo spazio e tradurlo in una esperienza immersiva.

La realizzazione di moodboard efficaci da inserire all’interno della presentazione del progetto, permette di visionare in anticipo il risultato finale, sperimentare insoliti mix, toccandoli e vivendoli in prima persona, per ottenere la massima personalizzazione di ogni ambiente. Coloro che si apprestano ad affrontare una ristrutturazione di casa hanno la possibilità di poter visionare i campioni dei materiali ed elementi di arredo che vorrebbero includere nel progetto, ed esaminarne in maniera dettagliata le schede tecniche.

Infatti vengono descritti, per assicurare al cliente una scelta in linea con i suoi gusti e le sue esigenze. Scelte estetiche e tecniche, per ottenere soluzioni sempre su misura.
Una pratica che si inserisce in una logica di attenzione al cliente il quale, su specifica richiesta, potrà sempre consultarsi con esperti del settore, architetti, stilisti e designer, che sapranno consigliare i giusti abbinamenti e le migliori soluzioni tecnico-funzionali.

Materioteca o showroom? Quali differenze? Quali sinergie?

Per chi si occupa delle vendita di prodotti di finitura la showroom specialistico e la Materioteca sono due strumenti di marketing operativo fondamentali per migliorare il profitto e consolidare la fiducia dei clienti. Funzionano bene sia singolarmente che abbinate. In qualsiasi caso conferiscono alla vendita un forte impulso commerciale in quanto permettono di presentare il prodotto secondo criteri di visual merchandising specialistici.

Per prima cosa possiamo affermare che, la scelta dell’una o altra formula espositiva dipende fondamentalmente dello spazio che si decide di attribuire al progetto commerciale.

“Se disponiamo di una superficie più ampia la scelta più adeguata sarà quella di allestire uno showroom prodotti di finitura basato sulla presentazione di ambientazioni tematiche. Ovvero una strategia di vendita centrata sulla presentazione di contest dedicati a specifiche combinazioni di prodotto. In generale realizzeremo una sorta di palcoscenico dove il cliente approfondisce prodotti visitando degli ambienti pre allestiti”.

“Se condizionati da una ridotta disponibilità di spazio sarà più indicato optare per la realizzazione di una materioteca o sala campioni. Uno spazio di dimensioni più contenute che, forte di una selezione attenta, un buon sistema espositivo e solidi criteri espositivi basati su solidi principi di marketing consente ai potenziali acquirenti di toccare con mano una vasta gamma di combinazioni di prodotto”.

Facile comprendere che la combinazione di questo due strumenti di vendita costituisce un punto di forza per intende inserirsi in un mercato molto specialistico e competitivo.

In qualsisia caso le due formule espositive contribuiscono a rafforzare e rendere l’esperienza d’acquisto più convincete. Coinvolgono e guidando il visitatore in un percorso di scelta basato su un’esperienza fisica diretta. Vediamo insieme cosa significa allestire una showroom finiture classica; una materioteca o uno spazio combinato che le tenga insieme.

Coclusioni

In un brainstorming di idee e materiali la materioteca supporta il cliente nella ricerca di soluzioni audaci, utili e creative, raccolte in moodboard, che sanno risponde in maniera ottimale ai desideri dei propri clienti.

Autore: Cristiano Bonesso | Progettazioneinterni.net | aggiornamento del 03-03-22

Progettazioneinterni.net è una società di consulenza fondata dall’architetto Cristiano Bonesso nel 2008. Uno studio specializzato nello sviluppo di allestimenti di interior retail design e corporate identity. 
Soluzioni innovative capaci di creare valore e comunicare in modo efficace l’identità aziendale !
“Attraverso i nostri progetti ed il nostro blog vogliamo condividere e diffondere il pensiero che “progetto architettonico” e interior design” sono strumenti di crescita imprenditoriale ed approfondimento culturale interdisciplinare
“.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Resta aggiornato sui trend e le ultime novità sulla progettazione e interior design.