Come allestire una showroom

Evoluzione del mercato e nuovi criteri espositivi.

Il mondo della showroom da bagno è cambiato e continua ad evolversi. Allestire una showroom è quindi un’attività che richiede un attenta analisi del mercato.
La sala mostra con innumerevoli espositori estesa in taluni casi su superfici superiori alle migliaia di metri quadri non ha più ragione d’essere se non in seno alle grandi aziende produttrici che necessitano di una visualizzazione immediata di tutta la gamma prodotto di tendenza, basic e storicizzata.

La produzione di finiture è rapida ed in continuo cambiamento al fine di stimolare un mercato abituato a continue innovazioni e virate in termini di trend estetici; il tutto coadiuvato da un innalzarsi della qualità generale dei prodotti ed una fisiologica riduzione dei costi dovuti a nuove tecnologie ed ottimizzazione dell’impiego delle risorse.

Hanno perso buona parte della loro ragione d’essere le ambientazioni total look che raffiguravano gli allestimenti con l’ultime proposte di finitura. Le ragioni sono a portata di mano e facilmente leggibili.
Prima dell’avvento del web ogni showroom era un mondo a se, lenta macchina di rappresentazione confinata nello spazio fisico in cui era al riparo di confronti immediati con il mercato.

Oggi gli strumenti di comunicazione di massa multimediali fanno sconfinare i modelli di riferimento tramite la raccolta di “mega dati” che permettono di definire e codificare in tempi ristretti prodotti e materiali di più alto gradimento al pubblico.
Per cui la massimizzazione della vendita non è più condizionata dalla vastità dell’offerta ma una attenta lettura delle richieste del mercato oggi facilmente accessibili tramite banche dati numeriche e digitali.

“Leggere” i trend nei social, cogliere i mood attraverso i principali canali web disponibili in rete permette di intercettare facilmente i gusti del cliente in modo da poter essere più efficaci nelle vendite.

E’ periodo di riorganizzare gli spazi destinati alla vendita rendendoli più efficaci e meno dispersivi. Una operazione di riduzione di metri quadri a cui si associano spesso operazioni di efficientamento del merchandising piuttosto che interventi in termini di qualità e quantità di luce.

Allestire una showroom significa adottare nuove logiche di uso della sala, che prevedono sinergie forti con produttori e rivenditori.
Azioni semplici ma efficaci come una rotazione veloce dei pannelli sinottici grazie a sistemi espositivi pratici che permettono rapidi aggiornamenti delle collezioni.
Impensabile esporre materiale datato e non coerente con il target in funzione dell’efficacia delle attuali logistiche , mezzi di distribuzioni delle merci, costo di gestione delle showroom stesse.
Quanti metri quadri servono per allestire una showroom ?
Come le pagine dei cataloghi sono progressivamente aumentate per paura di non avere una profondità di gamma sufficiente, cosi si è fatto nelle showroom continuando ad aggiungere espositori e referenze in modo disordinato alla ricerca di una completezza assoluta senza tenere conto di focus e target.
Si è andato che così si va verso un eccesso di offerta che confonde e rende molto più difficile le vendita.
Fare ordine significa quindi ridefinire i percorsi espositivi codificando delle aree omogenee raccogliendo e semplificando in numero di referenze al fine di stringere sinergie più forti con un numero di fornitori più fidelizzati in grado di darci maggiore sostegno a livello di logistica, scontistica e servizio.

 

Allestire una showroom - progettazione interni

Leggi di più...