• Home
  • Blog
  • Allestimento negozio: quando gli spazi comunicano e diventano strumenti di marketing

Allestimento negozio: quando gli spazi comunicano e diventano strumenti di marketing

Bello, certo, ma non solo: il tuo allestimento negozio dovrà soprattutto far desiderare la tua offerta.

Non è un caso che il padre del marketing moderno l’abbia inserito tra le cosiddette 4 P: il placement è una parte fondamentale del mix strategico che conduce alla vendita. L’allestimento di un negozio, se studiato accuratamente, garantisce risultati concreti in termini di conversioni, aumento di fatturato e fidelizzazione della clientela.

Primo indispensabile step per creare un allestimento negozio che esca dall’anonimato è l’analisi del target;  Entrare in sintonia con chi varcherà la porta e tornerà in futuro, perché colpito da spazi che parlano il suo linguaggio e sembrano concretizzare i suoi più peculiari desideri è la chiave del successo di un punto vendita.

Certo, il target va innanzitutto intercettato e, dunque, prima che all’allestimento del negozio, dovrai pensare alla location. Per individuarla, ti servirà ovviamente una ricerca di mercato che mappi i competitors e un’analisi del comportamento dei tuoi interlocutori di riferimento. I tuoi clienti frequentano le vie più esclusive della città o sono habitué dei centri commerciali?

Studio di retail design specializzato nell'allestimento di negozi

Anche scegliere la tipologia di punto vendita è fondamentale e, naturalmente, influenzerà l’allestimento del negozio: un temporary store, a esempio, dovrà essere in linea con l’idea di un evento da non perdere e instagrammare, mentre uno shop in shop dovrà soprattutto catalizzare l’attenzione e distinguersi dai corner dei competitor.

Quindi, una volta prese le decisioni preliminari, verrà il momento di focalizzarsi sui dettagli, a partire dall’itinerario commerciale proposto al cliente, il cui percorso non dovrà essere solo emozionale ma studiato per aumentare il tempo di permanenza e favorire il cross selling, anche grazie alla logica della sequenza commerciale.

In secondo luogo, ricorda di valorizzare gli spazi di servizio e quelli per l’accoglienza e consulenza, cruciali nell’allestimento di un negozio che vuole offrire competenza e attenzioni ai suoi clienti.

Lo stesso ruolo chiave lo rivestono gli arredi espositivi, che non vanno considerati meri elementi contenitori. Il loro compito è presentare il prodotto in modo ottimale ed esaltarlo grazie a concept su misura che permettano di evidenziare gli articoli in vendita mettendoli sotto la giusta luce.

E qui entra in campo l’illuminazione tecnica, per la quale dovrai prevedere diversi soluzioni illuminanti e temperature colore specifiche.

Ma se persino la luce in qualche modo comunica, sono soprattutto le immagini, anche in movimento, a valere più di mille parole. Lascia dunque che le grafiche e i  supporti multimediali parlino con i clienti, narrando i valori del brand, da veicolare efficacemente già dalla vetrina.

Per ottenere questo risultato, il primo segreto è progettare la vetrina con i giusti colori e materiali: se legno e verde evocano naturalezza e confort, l’eleganza del bianconero si confà ad ambienti luxury, mentre il vetro decorato con sticker fucsia sprigiona la leggerezza e il glamour delle ragazze metropolitane.  Il secondo è puntare su una rotazione al massimo mensile, perché i tuoi clienti hanno desideri volatili e cercano sempre nuovi stimoli.

Il tuo compito, dunque, sarà fornirglieli anche con un allestimento negozio che tocchi le loro corde emotive. Se hai bisogno di aiuto per realizzarlo, contattaci: forti di una pluriennale esperienza, concretizzeremo le tue idee in uno spazio brand e customer centric, capace di affascinare e di vendere.

Leggi di più...